5 trucchi per dormire bene quando fa caldo



Il caldo è un nemico acerrimo del sonno, quasi imbattibile nelle notti più torride quando a letto ci si sente come in un forno: ecco perché non tutti aspettano con ansia l’inizio dell’estate!

Per dormire bene, possibilmente non meno di 7 ore al giorno durante la fase “clou” della bella stagione, ci si deve inventare qualcosa senza ricorrere a scorciatoie pericolose per la salute o troppo dispendiose da punto di vista economico (vedi alla voce ventilatori al massimo e aria condizionata a getto continuo). Fermo restando che ognuno reagisce a modo suo agli effetti collaterali delle temperature alte, esistono almeno un paio di rimedi “pronto uso” contro la temuta insonnia estiva, facili da mettere in pratica, efficaci e sicuri da qualsiasi punto di vista…


1 – Vietato mangiare troppo di sera
Innanzitutto, occorre puntare su un’equilibrata gestione dei pasti alleggerendo il più possibile la cena: solo così il metabolismo si indirizzerà nel canale giusto per regolarizzare il ciclo del sonno, altrimenti destinato a compromettersi strada facendo per la concomitanza di diversi fattori di disturbo (caldo, digestione e nervosismo).
2 – Bere molto
******
Allo stesso scopo, gli esperti consigliano di bere tanta acqua (l’ideale sarebbe 2 litri al giorno, lontano dai pasti e fino a qualche minuto prima di mettersi a letto) evitando però di ricorrere alle bibite gassate oppure agli alcolici: dietro ogni notte  “di fuoco” c’è sempre una sete irresistibile, che bisognerebbe prevenire anziché curare tardivamente.
3 – Rinfrescarsi con una doccia
Può risultare molto utile, quantomeno a rilassare mente e corpo in vista dell’agognato riposo, fare una doccia a fine giornata: l’acqua però non deve essere fredda (ma tiepida) neanche se il caldo è su livelli record, perché lo sbalzo di temperatura all’uscita dal bagno avrebbe effetti dannosi sulla qualità del sonno.
4 – No stress
Un errore piuttosto diffuso è quello di dedicarsi ad attività stressanti dal punto di vista fisico o mentale in orari ravvicinati rispetto al momento del riposo. Va bene fare corsa e ginnastica d’estate, non guasta tenersi impegnati in vari dopo cena, ma l’organismo andrebbe accompagnato verso lo “stop” notturno con un allentamento delle tensioni progressivo: quindi niente eccessi!




5 – Spegnere tv e cellulari
Se si vuole prevenire seriamente l’insonnia estiva, bisogna fare un altro piccolo sacrificio: spegnere pc, smartphone, tablet e televisori prima che sia troppo tardi. La stimolazione del campo visivo e del cervello ad opera degli schermi luminosi non permette alla melatonina, preziosissimo ormone del sonno, di formarsi in tempo per favorire una bella dormita.

http://24newsitalia.com/
Share on Google Plus

About Redazione

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento