6 protettori gastrici naturali che migliorano sensibilmente la nostra salute

Le erbe officinali e alcuni alimenti elencano diverse proprietà benefiche ed alcune di queste possono migliorare sensibilmente la nostra salute, grazie ai numerosi principi attivi. Esistono piante o alimenti che possono curare, o quantomeno apportare giovamento, a diverse parti del corpo e lenire forme non gravi di tantissime patologie. In questa guida, elencheremo i migliori gastroprotettori naturali.


I migliori protettori gastrici naturali

1. Le mele
Certamente già lo sapete. Le mele sono leggere e molto digestive. Di fatto agiscono come eccellenti protettori gastrici grazie alla loro azione antinfiammatoria. Affinché la mela agisca come un buon rimedio naturale per la nostra salute digestiva, è necessario mangiarla senza sbucciarla. La pectina presente nella buccia e la glicina della polpa sono due ottimi antiacidi che vale la pena tenere in considerazione e assumere in modo regolare. Cercate dunque di procurarvi mele biologiche, non trattate con pesticidi.

2. Il bicarbonato di sodio
Bisogna segnalare in primo luogo che non a tutti fa bene e che, prima di utilizzarlo in modo regolare, conviene consultare un medico. Nessuno può negare i grandi benefici alcalinizzanti di questo trattamento che non solo vi aiuterà a digerire, ma si prenderà anche cura della vostra salute renale ed epatica. Il bicarbonato di sodio è un protettore naturale dello stomaco molto efficace, dunque aggiungetene un cucchiaino ad un bicchiere d’acqua per trattare i vostri problemi digestivi. Fatelo dopo il pasto principale della giornata.

 



 3. Succo di aloe vera
Se ancora non lo sapevate, prendete appunti: uno dei protettori gastrici naturali più interessanti ed economici che potete provare è il succo di aloe vera. È adatto per ridurre l’infiammazione, i problemi intestinali e gastrici e per combattere il fastidioso reflusso gastroesofageo. Dovete solo diluire mezzo cucchiaino (3 grammi) del gel interno della pianta di aloe vera in un bicchiere d’acqua. Se non si dissolve bene, riscaldatelo un po’ e bevete a temperatura ambiente dopo i vostri pasti. Vedrete che vi farà molto bene.


LEGGI ANCHE Eliminare il gonfiore addominale in 4 mosse



4. Aceto di mele biologico
Avete in casa dell’aceto di mele? Fate attenzione che sia biologico perché, in tal modo, ci assicureremo che le sue proprietà siano ottime e che il prodotto sia il più naturale possibile. Dovrete solo aggiungere un cucchiaino (5 ml) di aceto di mele ad un bicchiere d’acqua (200 ml) e berlo prima di mangiare. Vi aiuterà a digerire e ad evitare il reflusso. Volete saperne di più? Scoprite come pulire l’intestino in modo naturale

5. Infuso di camomilla   Delizioso, rilassante e molto sano. L’infuso di camomilla e, in particolare, dei suoi fiori secchi, ci aiuterà a risolvere molti problemi digestivi. Si tratta di un protettore gastrico molto conosciuto, capace di prendersi cura e potenziare la salute della mucosa gastrica. Ricordate che è importante bere questo infuso a temperatura ambiente, né troppo freddo né troppo caldo.

6. La liquirizia     Non stiamo parlando del tipico dolce che mangiano i bambini, ma della radice tanto sana e dal sapore intenso che aiuta gli ex-fumatori a regolare la sindrome di astinenza da nicotina. Potete trovare la radice di liquirizia nei negozi di prodotti naturali, già pronta per preparare un infuso. Grazie alle sue proprietà naturali, riesce a creare un gel protettivo nella parete dello stomaco per proteggerlo dagli acidi che compaiono durante la digestione. Vedrete come vi sentirete bene se cominciate a mangiare un po’ meglio e a introdurre nella vostra vita in modo regolare questi eccellenti protettori gastrici naturali.


 Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.


http://naturalblog.info/scoprite-6-protettori-gastrici-naturali-migliorano-sensibilmente-la-nostra-salute/






Share on Google Plus

About Redazione

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento