Riutilizzare le bottiglie di plastica è pericoloso?

È davvero pericoloso per la salute riutilizzare le bottiglie di plastica per l'acqua? Secondo alcuni siti, le bottiglie di minerale non sarebbero idonee a essere riempite una seconda volta, perché potrebbero rilasciare "un composto chimico chiamato BPA".


Mossi anche da alcune segnalazioni ricevute dai nostri soci, abbiamo approfondito la questione. Le bottiglie in PET non contengono bisfenolo Chiariamo subito che il BPA (bisfenolo A) non è presente nelle bottiglie in PET che vengono utilizzate per l'acqua minerale. Il nostro ultimo test sulle acque minerali ha anche confermato che non c'è traccia di residui di plastiche nell'acqua contenuta all'interno delle bottiglie in commercio. Il bisfenolo è generalmente presente nei contenitori rigidi a base di policarbonato, come nei classici biberon di plastica (anche se in questi ultimi anni il suo utilizzo è stato vietato), nei boccioni dell'acqua e, nelle ultime analisi, lo abbiamo trovato anche in un modello di ciuccio per bambini. Riutilizzarle? Meglio le bottiglie di vetro Le bottiglie in PET sono progettate e commercializzate per essere utilizzate una sola volta. Questo significa che, una volta svuotate, dovrebbero essere smaltite. Un utilizzo prolungato di questi contenitori potrebbe intaccarne le caratteristiche sia tecnologiche che chimiche, quindi permettere che la plastica venga a contatto più facilmente con gli alimenti. Utilizzarle più volte, inoltre, non è consigliabile neanche dal punto di vista igienico, perché potrebbe verificarsi una contaminazione microbica. Anche se l'acqua risulta piuttosto inerte per quanto riguarda la capacità di estrarre dai contenitori eventuali molecole indesiderate, è preferibile optare per un'alternativa. Le bottiglie in vetro sono un ottimo compromesso, perché sono facilmente lavabili (anche alle alte temperature) e garantiscono quindi una maggior igiene.

fonte  https://www.altroconsumo.it/alimentazione/acqua/news/riutilizzare-bottiglie-acqua-plastica


Share on Google Plus

About Redazione

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento